VANTAGGI

Incentivi case a risparmio energetico

SOLAIO PLASTBAU METAL – LICENZA DI PRODUZIONE IN ESCLUSIVA PER L’ITALIA

Home / Incentivi case a risparmio energetico

Incentivi case a risparmio energetico

Negli ultimi anni la tecnologia delle costruzioni ha fatto passi da gigante nel concepire e realizzare materiali e sistemi che ci consentono un adeguato isolamento e una tenuta termica che solo qualche tempo fa appariva inimmaginabile. Ad esempio il Sistema costruttivo Plastbau, prevede l’impiego di un materiale di nuova concezione, il polistirene espanso (EPS), che consente, da un lato, di risparmiare già in fase di costruzione e, dall’altro, di isolare perfettamente l’edificio riuscendo così ad abbattere anche i costi energetici e rendendo efficaci tutti gli altri interventi finalizzati alla riduzione del fabbisogno energetico.

Sino al 31 dicembre 2014 è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali per la costruzione e la ristrutturazione di edifici ad alta efficienza energetica con una detrazione pari al 65% della spesa sostenuta, dal 1 gennaio 2015, infatti, le agevolazioni fiscali rimarranno ma la percentuale di detrazione scenderà di colpo al 50%. Occorre, dunque, affrettarsi per riuscire ad usufruire della percentuale massima di detrazione sulla dichiarazione dei redditi annual

  • interventi che consentano la riduzione del fabbisogno di energia per il riscaldamento;
  • opere che migliorino la tenuta termica degli edifici;
  • l’installazione di pannelli solari;
  • la sostituzione dei vecchi impianti di climatizzazione invernali.

Ogni tipo di intervento ha un suo limite di detrazione, anche questo soggetto a modifica dopo il 31 dicembre 2014. Infatti se entro tale data sarà possibile detrarre una spesa massima di euro 153.846 per la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento a partire dal 1 gennaio 2015 sarà possibile detrarre 200.000 euro, quindi da un punto di vista di massima spesa detraibile anche andare oltre il 31 dicembre potrebbe essere conveniente. Allo stesso modo cambierà il limite di spesa massima detraibile anche per gli altri interventi, in particolare si passerà da 92.307 euro a 120.000 euro per il miglioramento della tenuta termica e per l’istallazione dei pannelli solari e da 46.153 euro a 60.000 euro per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.

Al di là della percentuale di spesa detraibile e del suo limite massimo, che pure sono importanti nella quantificazione e nella qualificazione dei lavori da eseguire, se vogliamo soffermarci sull’aspetto principale delle agevolazioni, cioè quello di favorire un minore consumo energetico da parte della popolazione, e sulla priorità di un intervento piuttosto che un altro, sicuramente dovremmo riflettere su cosa significhi risparmiare energia. Ottimizzare l’impianto di riscaldamento, installare pannelli solari per la produzione di acqua calda e sostituire vecchi impianti di climatizzazione invernale con nuove soluzioni come le caldaie a condensazione ci permettono certo di usare meno energia per produrre gli stessi effetti, questo in termini generali, però. Infatti se approfondissimo la questione ci accorgeremmo quasi subito che questi interventi, seppure validissimi ed eseguiti a regola d’arte, sono vanificati dalla scarsa tenuta termica degli edifici.

In sostanza a che cosa serve spendere decine di migliaia di euro in impianti altamente efficienti ed ecologici se poi la nostra casa si comporta come un colabrodo e lascia disperdere il calore che produciamo? Per questo risulta assolutamente indispensabile cercare di rendere gli edifici isolati dall’ambiente esterno nel migliore dei modi e se dovessimo scegliere un intervento per rendere la nostra casa il più efficiente possibile, a livello energetico, dovremmo sicuramente partire da qui, dall’isolamento e la coibentazione.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca