MURO PLASTBAU® 3

Finiture interne

SOLAIO PLASTBAU METAL – LICENZA DI PRODUZIONE IN ESCLUSIVA PER L’ITALIA

SISTEMA COSTRUTTIVO DI POLIESPANSO

bg-page-sistema
Home / Prodotti / Muro Plastbau® 3 / Finiture interne

Finiture interne sui casseri muro Plastbau® 3

E’ possibile applicare sul muro Plastbau® 3 diversi tipi di finitura, dagli intonaci a quelle a secco. La scelta delle finiture interne oltre a condizionare gli spessori dei muri e la loro estetica determinano prestazioni acustiche tra locali attigui differenti. E’ possibile intonacare, utilizando intonaci idonei dalle case produttirici. Dalle nostre esperienze sono da preferire quelli a base di gesso alleggeriti con prelite. Per le finiture a secco si possono utilizzare tutti i metodi esistenti in commercio montati sulle apposite strutture fornite dal produttore che possono essere avvitate su i tappi del muro che a loro volta fungono da regolazione per il piombo.

Finiture esterne sui casseri muro Plastbau® 3

Finitura a spessore con intonaco

Gli intonaci cementizi si comportano sui polistirene espanso sinterizzato, EPS, in modo differente rispetto ai supporti di laterizio. La differenza consiste nel fatto che I’EPS non condiziona, assorbendo acqua, la malta durante la fase di maturazione e quando gli impasti non sono ben bilanciati nella loro formulazione si possono verificare cavillature (da ritiro) che non compromettono in nessun modo l’aderenza dell’intonaco alla parete del cassero.ro.

II modo più frequente di procedere, nella fase di intonacatura esterna, consiste: nello stendere una prima mano di intonaco a base cemento contenente aggrappante per EPS, atto a garantire l’aggrappo dell’intonaco al supporto e successivamente nell’applicare una seconda mano a base di malta cementizia da frattazzare. Ad avvenuta maturazione si rifinisce con intonachino plastico granulato messo a taloggia pigmentato a tinte chiare. L’intonachino plastico di finitura serve a coprire permanentemente le eventuali cavillature e a preservare nel tempo l’intonaco, proteggendolo dalle piogge, da eventuali muffe, fluorescenze e sfogliature mantenendo sempre un’adeguata permeabilità. Lo spessore varia in funzione all’esigenze di garantire la complanarità degli intonaci, mediamente da 10 ai 20 mm.

Finitura sottile con rasante a rete

Qualora le superfici dei pannelli cassero si presentino sufficientemente complanari e a piombo, è possibile procedere applicando una finitura del tipo sottile utilizzando le tecniche previste per i cappotti in EPS. Mediamente lo spessore di questo ciclo non supera i 10/12 mm.

Protocolli di intonacatura aziende produttrici e relativi tipi:
RÖFIX Gyproc Saint gobain
KNAUF GRIGOLIN

Questi suggerimenti sono utili ad ottenere una esecuzione a regola d’arte del manufatto finito. La responsabilità della buona riuscita degli intonaci e da attribuire all’intonacatore e alia scelta dei prodotti idonei, che a loro volta dovranno essere garantiti dalle ditte produttrici.

Mattoni faccia a vista

Pietra faccia a vista

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca